Sequenza sismica

La natura è diventata il nostro più temibile nemico? Che succede quando ci si ritrova ad aver perso tutto? Da dove ricominciare a ricostruire? E fin dove è lecito spingersi nel fotografare il dolore delle comunità colpite?
Sette fotografi internazionali, reduci da un periodo di lavoro nel nostro paese, raccontano in un percorso espositivo unico il fenomeno del terremoto in Italia, e in particolare gli eventi che si sono susseguiti negli ultimi dieci anni, da Modena a L'Aquila passando per Amatrice. In esposizione 90 fotografie di Alicja Dobrucka, Hallgerður Hallgrímsdóttir, Naoki Ishikawa, Tomoko Kikuchi, Eleonora Quadri, Olivier Richon, Valentina Sommariva 
Ai lavori dei fotografi sarà affiancata un'opera video di Daniele Ferrero e Roberto Rabitti, ideata in collaborazione con Filippo Maggia, focalizzata su alcuni particolari aspetti legati alla sequenza sismica che ha afflitto negli ultimi anni il nostro paese.
Parte integrante del percorso è inoltre un'importante selezione di fotografie storiche dei primi terremoti fotografati in Italia: da quello della Basilicata del 1857 al disastroso evento che distrusse Messina e Reggio Calabria nel 1908. 

Giorni di chiusura: lunedì, martedì
Orario: mercoledì,giovedì,venerdì dalle 15.00 alle 19.00; sabato e domenica dalle 11.00 alle 19.00.

Ingresso: gratuito

Mata - Ex Manifattura Tabacchi - Via della Manifattura dei Tabacchi, 83  http://www.fondazionefotografia.org/mostra/sequenza-sismica/

Dove: Modena

Tipologia evento: Mostre

Date: dal 21/10 al 04/02/2018 (Attenzione: date non continuative!)